Quando le terapie mediche farmacologiche ovvero il tentato intervento laser sul glaucoma non riescono a tenere la pressione dell’occhio sotto controllo e quando si può osservare una progressione del danno al nervo ottico, c’è  l’indicazione alla chirurgia.

A seconda del tipo di glaucoma ed al target pressorio che si vuole raggiungere, oggi abbiamo a disposizione diversi dispositivi per la chirurgia mininvasiva: xen, istent, cypass. Moderni stent miniaturizzati appositamente studiati per la chirurgia del glaucoma che hanno registrato minori complicazioni.

Qualora il target pressorio non sia soddisfacente possono essere considerati interventi classici filtranti (trabeculectomia, impianti valvolari: express, molteno, ahmed, etc)

Si tratta di interventi che richiedono alta specializzazione, vengono eseguiti in anestesia locale e comportano cure post operatorie per alcuni giorni.