Come è noto, la cataratta è un processo che registra una progressiva perdita di trasparenza del cristallino nell’occhio, percorso che comporta una diminuzione crescente della vista. Il danno può interessare uno ma anche entrambi gli occhi. Spesso si sviluppa lentamente e si presenta con l’aumentare dell’età. I sintomi più immediati riguardano  abbagliamento, la percezione sbiadita dei colori, la visione offuscata, la presenza di aloni intorno alle luci e difficoltà a vedere di notte, a partire dalla difficoltà nella guida di autoveicoli, nella lettura sofferta o nel riconoscere in modo stentato i volti, quando il problema non si traduce in un aumento del rischio di cadute e in forme depressive.

La presenza della cataratta è motivo di avvilimento, angoscia e predittiva di una possibile cecità. Al di là delle diverse cause che sono all’origine della cataratta, dei fattori di rischio predisponenti, una volta formulata la diagnosi, con un semplice esame della vista, l’unico trattamento efficace e valido è l’intervento chirurgico che consiste nel rimuovere il cristallino opaco e sostituirlo con una lente artificiale. Questo intervento può essere eseguito con tecniche innovative di microchirurgia con laser a femtosecondi, senza l’uso del bisturi, con minori traumi per i tessuti oculari e più rapida guarigione.

Il metodo si caratterizza per precisione e sicurezza, è assolutamente indolore e incredibilmente rapido, senza tuttavia poter banalizzare l’importanza di questo intervento microchirurgico che richiede un’alta specializzazione e grande esperienza.